Il concetto di genitorialità si riferisce al processo di crescere il proprio bambino sostenendolo nelle varie fasi di sviluppo e considerando tutte le varie aree: sviluppo fisico, sviluppo cognitivo, sviluppo motorio, sviluppo comunicativo, sviluppo emotivo, sviluppo relazionale.
Nel corso degli ultimi anni le varie istituzioni e i vari servizi di prevenzione si sono sensibilizzati al fine di sostenere sempre di più i genitori offrendo programmi per garantire benessere all’intero sistema familiare. Tali approcci si ripropongono di supportare le modalità di parenting a livello comportamentale e, contemporaneamente, di favorire le rappresentazioni mentali dei caregiver.

OBIETTIVI

Il laboratorio è rivolto a:

  • promuovere la qualità dello sviluppo neuropsicomotorio e relazionale nei primi 6 anni di vita;
  • migliorare nell’adulto la comprensione dei segnali e delle comunicazioni del bambino;
  • aiutare la madre e il padre a comprendere gli effetti sul bambino delle proprie modalità di interazione e di comunicazione, incrementando la sua sensibilità;
  • potenziare la funzione riflessiva del caregiver intesa come capacità di comprendere gli stati mentali ed emotivi del bambino;
  • sostenere i genitori nella scelta di attività ludiche, di giochi e di giocattoli che possano essere strumenti efficaci per sperimentare insieme ai propri bimbi un’esperienza significativa.

Grazie alla mediazione della terapista la famiglia sarà accompagnata a riconoscere le varie competenze di funzionamento del proprio figlio e a sostenere le abilità emergenti.

DESTINATARI

I destinatari del progetto sono i bambini di età compresa fra gli 0 e i 6 anni insieme ai loro genitori. Il laboratorio prevede la programmazione di proposte adeguate alle fasi di sviluppo dei bimbi.

MODALITÀ OPERATIVE

Il numero di incontri previsto per lo svolgimento del laboratorio riferisce al seguente programma:

  • n° 1 incontro collettivo con le famiglie. Durante tale incontro la Psicologa Dr.ssa Fardani e la neuropsicomotricista Dr.ssa Tarozzi offriranno la cornice del progetto informando i genitori del percorso a cui parteciperanno insieme ai loro figli (durata dell’incontro 2 ore);
  • n° 5 incontri diretti con ogni nucleo familiare (bambino, genitori). La neuropsicomotricista Dr.ssa Tarozzi e l’educatrice supporteranno i bambini e le famiglie durante lo svolgimento di attività ludiche condivise.
  • n° 1 colloquio di restituzione individuale rivolto ai genitori. La neuropsicomotricista Dr.ssa Tarozzi condividerà con le famiglie ciò che si è svolto durante gli incontri diretti con ogni nucleo familiare (durata incontro 1 ora).

Qui il link per l’iscrizione online